immagine icona Aerea SchengenArea Schengen

 

Nel 1985 Francia, Germania, Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi stabilirono, tra i loro governi, la creazione di un territorio senza frontiere, chiamato Area Schengen, dal nome della città lussemburghese nella quale furono firmati i primi accordi.

Questa cooperazione intergovernativa si è poi estesa a tredici Stati, con la firma del trattato di Amsterdam nel 1997.

Attualmente l'accordo Schengen raggruppa 25 Paesi europei:

Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria.

Stranieri: i cittadini di tutti gli altri Paesi. Per l'ingresso, il soggiorno o il transito nell'intero spazio Schengen, gli stranieri devono essere in possesso di un passaporto o di altro documento di viaggio riconosciuto valido per l'attraversamento delle frontiere da tutti gli Stati Schengen.