AMBIENTE

FIUMICINO IL MIGLIORE D'EUROPA

Lo sviluppo dell’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino avviene in modo sostenibile e con la massima attenzione all’ambiente. Lo scalo della capitale, secondo i dati del Bilancio di Sostenibilità certificato da KPMG, si conferma come vera e propria best practice a livello europeo in diversi settori fondamentali sul fronte ambientale, come la raccolta differenziata, il risparmio e il riuso dell’acqua, la produzione di energia, il ridotto uso di suolo.

BASSO CONSUMO DI SUOLO

Un primato poco conosciuto, ma di grande rilievo, riguarda il basso consumo di suolo che caratterizza il Leonardo da Vinci. Lo scalo di Fiumicino si estende su circa 1.600 ettari. Tra i grandi aeroporti europei è uno dei più efficienti nell’utilizzo del suolo, bene comune e risorsa non rinnovabile: l’occupazione di suolo per ogni passeggero in arrivo e in partenza a Fiumicino nel corso del 2016 è pari a circa 0,5 metri quadrati.
Nel dicembre 2016 è stata inaugurata la nuova area d’imbarco internazionale dell’aeroporto di Fiumicino dedicata ai voli “extra-Schengen”: 22 nuovi gate per una capacità aggiuntiva di 6 milioni di passeggeri, 90 mila metri quadrati costruiti sull’esistente senza consumare un solo metro quadrato in più di suolo, soluzioni tecnologiche di avanguardia dall’efficienza energetica al fonoassorbimento.

VERSO I "RIFIUTI ZERO"

Il Leonardo da Vinci è frequentato ogni giorno da 200 mila tra viaggiatori, accompagnatori, lavoratori. In questa sorta di “aeropolis” i rifiuti prodotti ogni giorno vengono quasi tutti avviati a recupero grazie ad una capillare raccolta differenziata: a Fiumicino e Ciampino circa l’80% dei rifiuti prodotti nel 2016, pari a oltre 9 mila tonnellate è stato recuperato e avviato a forme “circolari” di recupero, riuso, riciclo.

RISPARMIARE L’ACQUA POTABILE

La città aeroportuale segna risultati di eccellenza anche nell’uso efficiente dell’acqua: tra il 2013 e il 2015 a fronte di un sensibile incremento dei passeggeri i consumi di acqua potabile sono diminuiti di 200 mila metri cubi, l’equivalente di un volume di un grattacielo alto 60 piani. Tra il 2015 e il 2016 i prelievi di acqua potabile si sono ulteriormente ridotti di oltre 309 mila metri cubi, con una diminuzione del consumo di acqua potabile per passeggero di circa il 50% rispetto al 2010.

RICICLARE LE ACQUE DI SCARICO

I volumi dei passeggeri in transito e il numero di addetti alle diverse società che operano all’interno degli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, rendono l’utilizzo di acqua nei due scali, sia per uso potabile sia per uso industriale, un fattore significativo d’impatto ambientale. L’azione di ADR in questo campo è orientata a tre obiettivi principali: da una parte ridurre il più possibile i prelievi di risorse idriche, dall’altra massimizzare il recupero e il riciclo dell’acqua impiegata per usi industriali. Tra le soluzioni adottate per un uso più efficiente e razionale delle risorse idriche si segnala a Fiumicino la presenza di un sistema di trattamento delle acque di scarico del depuratore a fanghi attivi che consente il riutilizzo di quote significative dell’acqua impiegata in usi industriali, 14 impianti di prima pioggia e 4 impianti di disoleazione che depurano le acque raccolte nelle piste e nei piazzali da eventuali sostanze inquinanti prima dell’immissione nel corpo idrico recettore.

RISPARMIO E FONTI RINNOVABILI

Un altro capitolo importante nelle “best practice” ambientali del Gruppo riguarda l’energia: entrambi gli scali di Roma negli ultimi anni hanno registrato un trend in forte discesa dei consumi di energia elettrica per passeggero. Nel corso del 2016, pure a fronte di un incremento del numero di passeggeri (+3,2% rispetto al 2015) e nonostante l’elevato fabbisogno energetico legato alla realizzazione della nuova area di imbarco E, i consumi di energia elettrica nell’aeroporto si sono ridotti (-0,7%). A Fiumicino nel 2016 sono stati cosumati 151,2 GWh con un indicatore kWh/passeggero pari a 3,62 (-4,2% rispetto al 2015). Dal 2009 al 2016 l’indicatore di kWh/passeggero è passato da 5,23 a 3,62, con una riduzione del 31%. A Ciampino nel 2016 sono stati consumati 10 GWh (-6% rispetto al 2015) con un indicatore kWh/passeggero pari a 1,86, ridotto del 27% rispetto ai 2,56 del 2009.
Inoltre, a Fiumicino è entrata in funzione un’area “smart grid” per la produzione di energia da fonti rinnovabili: impianto solare fotovoltaico da 15 kW elettrici e 20 kW termici, impianto solare a concentrazione da 7 kW termici ed impianto eolico da 3kW.

IN PRIMA FILA CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI

Nel 2011 ADR ha aderito all’”Airport Carbon Accreditation” (ACA) di ACI Europe, programma rivolto a limitare le emissioni climalteranti collegate alle attività aeroportuali. L’aeroporto di Fiumicino ha compensato le emissioni dirette e indirette ,ottenendo e mantenendo il livello “3+ Neutrality” , acquistando “crediti di carbonio” provenienti da progetti di produzione di energie rinnovabili e da progetti di implementazione di sistemi di illuminazione a risparmio energetico: Fiumicino è uno dei pochi scali al mondo con più di 30 milioni di passeggeri ad avere conseguito questo standard di eccellenza nell’ambito del sistema di certificazione delle emissioni Airport Carbon Accreditation.

UN AEROPORTO SOSTENIBILE

ADR nello sviluppo del sistema aeroportuale della capitale prende a riferimento le più avanzate metodologie di progettazione e realizzazione. Questo significa, ad esempio, che più del 95% dei rifiuti prodotti dal cantiere verrà recuperato e reimmesso nel processo produttivo. Le nuove infrastrutture verranno realizzate impiegando almeno il 30% di materiali provenienti da processi di riciclo, riducendo in tal modo i consumi di materie prime e gli impatti provenienti dai processi di estrazione e lavorazione. In particolare, nel 2016 ADR ha aderito ai requisiti di sostenibilità LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) nella realizzazione di nuove infrastrutture, ottenendo la certificazione “LEED Gold” per l’intervento di riqualificazione dell’edificio dell’Aviazione Generale dell’aeroporto di Ciampino.