Piano di sviluppo

 

ADR sta lavorando al futuro dell'aeroporto "Leonardo da Vinci". La realizzazione delle nuove infrastrutture è programmata con precise cadenze temporali, per garantire negli anni un equilibrato rapporto tra domanda e offerta e sostenere il costante miglioramento del livello di servizio offerto al passeggero.

Entro l'anno 2021 si prevede l'innalzamento della soglia di capacità dello scalo superando largamente i 50 milioni di passeggeri/anno, per allineare il "Leonardo da Vinci" ai principali scali europei.

Oltre al potenziamento dei piazzali di sosta aeromobili, sarà ampliato anche il sistema aerostazioni.

Allo stesso tempo è stato completato il MasterPlan che getta le basi dello sviluppo nell'orizzonte di Lungo Termine.

L'obiettivo di ADR è dotare il Mediterraneo di un rinnovato hub di riferimento affinché il Leonardo da Vinci possa divenire un polo di scambio di primaria importanza nel contesto mondiale.

Le peculiarità delle infrastrutture aeroportuali previste nell'area di sviluppo risiedono nella flessibilità e nell'elevato grado di intermodalità nelle connessioni con il territorio e con la città. Si prevede infatti che il 50% dei passeggeri raggiungerà il nuovo aeroporto con mezzi pubblici, tra loro integrati e connessi grazie ad un innovativo Ground Transportation Centre.

Altro elemento chiave dello sviluppo infrastrutturale è l'elevata sostenibilità ambientale che caratterizzerà Fiumicino come esempio virtuoso grazie all'autoproduzione di energia e all'utilizzo di fonti di energia rinnovabile, all'integrazione delle nuove infrastrutture con le principali valenze ambientali e territoriali locali, alla gestione integrata del ciclo dei rifiuti e alla realizzazione di idonee opere di mitigazione e compensazione ambientale.