immagine icona Modello organizzativoModello organizzativo

 

ADR, da sempre impegnata a coniugare le esigenze di ottimizzazione della crescita economica con i principi fondamentali dell’etica degli affari, oltre ad aver fatto propri il Codice Etico e la Policy Anticorruzione del Gruppo Atlantia per disciplinare il corretto svolgimento delle proprie attività, ha altresì adottato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (Modello) aderente ai requirement del D.Lgs. 231/2001 con il quale ha definito un sistema strutturato di regole e di controlli ai quali tutti i suoi destinatari sono chiamati ad attenersi per perseguire lo scopo sociale in piena conformità alle vigenti disposizioni di legge.
L'adozione del Modello Organizzativo 231 rappresenta un importante passo verso il raggiungimento di quegli obiettivi previsti come buone pratiche attuate dall'azienda, in quanto garantisce gli azionisti, la comunità finanziaria e gli stake holders sulla corretta applicazione delle leggi e regolamenti previsti nell'esecuzione delle attività imprenditoriali.
Il Modello, adottato nel 2007 e costantemente aggiornato alla luce delle modifiche normative intervenute, è stato da ultimo rivisto nel corso del 2018 prendendo in considerazione le evoluzioni delle best practice di riferimento e le novità giurisprudenziali in materia di responsabilità degli enti.
Il Modello descrive i principi ispiratori e le modalità operative seguite per la sua predisposizione ed aggiornamento, disciplina requisiti, funzioni e poteri dell’Organismo di Vigilanza, nonché le caratteristiche del sistema di segnalazioni e flussi informativi, del sistema sanzionatorio e le modalità di diffusione del Modello stesso all’interno di ADR e verso terzi.
All’interno del documento, viene descritto l’insieme dei principi di controllo e di comportamento ritenuti idonei a disciplinare i processi per i quali è stato rilevato un potenziale rischio di commissione dei reati e degli illeciti amministrativi rilevanti ai sensi del D. Lgs. 231/2001.
Il Modello organizzativo è stato diffuso al personale della Società, ed è portato a conoscenza di tutti i soggetti terzi che intraprendono rapporti di affari con Aeroporti di Roma.
 


Organismo di vigilanza
 

L’Organismo di Vigilanza (OdV) è l’organo collegiale cui è affidato, ai sensi dell’art. 6 del D.Lgs. 231/2001, il compito di “vigilare sul funzionamento, sull’osservanza, sull’efficacia del Modello e di curarne l'aggiornamento”.        
Devono essere segnalate all’Organismo di Vigilanza le circostanze rilevanti per il rispetto e il funzionamento del Modello stesso nonché eventuali condotte illecite o violazioni del Modello, garantendo che le segnalazioni risultino circostanziate e fondate su elementi di fatto precisi e concordanti.
Ogni segnalazione pervenuta è gestita dall’Organismo di Vigilanza, in conformità alle previsioni dell’art. 6 del D. Lgs. 231/2001, garantendo la riservatezza dell’identità del segnalante e la sua tutela da qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o pregiudizio collegati, direttamente o indirettamente, alla segnalazione.
La Società mette a disposizione canali alternativi (piattaforma WEB, casella di posta elettronica e indirizzo postale) per la trasmissione delle segnalazioni.
In particolare le segnalazioni possono essere effettuate:
• tramite piattaforma informatica “Whistleblowing”, accessibile dal sito internet della Società (www.adr.it) e tramite la rete intranet aziendale
• via e-mail, al seguente indirizzo di posta elettronica: organismodivigilanza@adr.it
• via posta all’attenzione di: Organismo di Vigilanza Aeroporti di Roma - Via Pier Paolo Racchetti 1, 00054 Fiumicino - Roma.